7. festa del dialetto romagnolo -- Te ad chi sit e' fiol?. Cesena 5 luglio 2015
TE AD CHI SIT E’ FIOL?” 2015



Dopo la sorpresa iniziale di sette anni fa che ha portato tanta gente, spinta da legittime aspettative, ad accorrere alla prima edizione della più grande rassegna letteraria romagnola, si è avuto un aumento di autotitolati “poeti” al quale è corrisposto un graduale distacco da parte dei cultori della lingua delle origini i quali hanno patito la noia (“la stófa”) della rilettura dei soliti brani appartenenti ai più affermati autori del passato e la dispersione dei pochi testi di buona qualità in mezzo al dilagare di una forma di scrittura sbiadita e perfettamente traducibile in lingua italiana dunque già tradotta dall’italiano.



Quest’anno i dicitori aggrappati al mirofono (“i bocaverta”), insieme agli amici e ai parenti, hanno ben superato la maggioranza dei convenuti. Ma la partecipazione di massa è mancata anche per altre ragioni come il caldo afoso (“la caldanèla”), lo svolgimento parallelo di almeno altre tre manifestazioni culturali affini nelle immediate vicinanze (“un po ad ṣgunbéj int e’ cumùn”) e la collocazione dell’evento che, per quanto idealmente prestigiosa, da qualche tempo è legata a un senso di amarezza dal quale i cesenati non riescono in nessun modo a liberarsi.



La ristrutturazione del mercato coperto era una buona occasione per rimediare all’errore fatto a suo tempo nel trasformarlo in un capannone e lo si poteva restituire, così com’era nato, alla luce del sole come spazio aperto alla gente, invece ne è sorto un centro commerciale anonimo, ostile all’uso della lingua popolare e ai rapporti umani, per questo i cesenati stentano ad avvicinarvisi, tanto che alcuni cittadini, pur presenti in piazza, non sono entrati dichiaratamente nel ridondante “Foro Annonario” (“e’ marchè”) per non farsi venire il mal di stomaco (“e’ magóun”). Io invece sono per mantenerlo così, la scala mobile e il parcheggio soprastante sono gioielli architettonici utili a Dario Argento come scenario da omicidio efferato nel caso gli venisse in mente di girare un altro film. Nel frattempo la copertura del parcheggio potrebbe essere meglio sfruttata facendone una pista di atterraggio per elicotteri.



Tenendo ferma la data della prima domenica di luglio, la manifestazione si conferma adatta alla campagna, meglio se ombrosa e con possibilità di refrigerio oltre che di ristorazione. Riguardo la partecipazione degli artisti, è arrivato il momento di sollevare alcuni dal loro sforzo competitivo che ogni volta provoca malesseri e mugugni e di puntare su una rassegna più snella favorendo la qualità che è lo scopo naturale dell’associazione “Te ad Chi Sit e’ Fiol?”.

Maurizio Benvenuti


Box Contatti
• Web-Mail
Menu sito
  • home
  • associazione
  • Te ad chi sit e' fiol?
  • novità
  • eventi
  • Scarga quel ch't'vù
  • Poeti di Romagna
  • amigh
  • gallerie
  • La lòzla
  • ....
Prossimi eventi
Nessun evento futuro annotato
Scor nenca te
Titolo : santema
Replica # 1 - Par nun l'è Rabazir... e credo, sta per "rigatti...
28/05/2013 - 14:54
Titolo : santema
14/01/2013 - 21:21
Titolo : Gì pù la vosta...
Replica # 3 - grazie per la risposta, in effetti la definizion...
3/03/2012 - 10:40
Mini Tchat
Loading...
Entra in Chat
Info Sito
Utenti online: 1
Visite al sito: 53779
Visite odierne: 9
Record online: 26
(il 17/11/2018 - 10:29)
Up New-CMS 1.16 Valid CSS Valid html 4.01 GNU General Public License Up