FAQ
Maurizio grilli
grilliinobuono04

Maurizio Grilli è nato a Forlì nel 1966.

Dopo la laurea in Lingue a Bologna si trasferisce in Germania a Karlsruhe. In Germania ha intrapreso ulteriori studi di Ermeneutica secondo il pensiero di Hans Georg Gadamer all'Università di Heidelberg (1996-1999) e di biblioteconomia all'Università di Colonia (2002-2003).
Attualmente vive e lavora a Bolzano come bibliotecario.

Nel 2004 ha pubblicato la raccolta “Parole dall’ombra” (Agorà), nel 2005 la raccolta “Andata e ritorno” (Tosca). Ha pubblicato testi filosofici sulla rivista online La Critica (www.lacritica.net). Ha tradotto in italiano insieme a Roland Krischke la raccolta di poesie Die Strassen komme ich entlang geweht (1912) del poeta espressionista tedesco Ernst Blass.

Sono stato ad Oswiecim la settimana scorsa.
I nazisti l'hanno ribattezzata Auschwitz.
Indicibile.
Eppure alcune parole sono nate:


OŚWIĘCIM

Campo di fiori gialli
fra due blocchi che aspettano
l'inverno. Il vento copre
ogni rumore. Il filo con i chiodi
e con l'alta tensione non
fermava la formica. Come
i fili d'erba, le foglie incagliate
e quelle ancora libere fra
i sassi del binario. Il sole,
il cielo ci legano a loro
che gridavano aiuto e che nessuno
ha sentito. È qui in questa terra,
in questa sabbia tritata ora
il loro universo. Mi mancheranno
le scarpe, le scarpine, i sandali,
con i fori e i tagli per stare bene
quando è estate e fa caldo,
le trecce, le ciocche, le vostre
spazzole, i pettini e le valige
con i nomi per non prenderne una
per sbaglio. Mi mancheranno i vostri
cento, mille occhi fieri,
le vostre bocche che mi hanno parlato.
Anche se vi hanno picchiati, umiliati,
massacrati, impiccati, soffocati
col veleno in una stanza
bassa, fredda e buia e vi hanno
spinti in un forno uno dopo l'altro
con un metallo nero,
anche se hanno sparso le vostre ceneri
sui campi e nei fiumi, io vi sento,
sento il vostro dolore dentro.
E vedo e vivo con voi il ricordo
della vostra vita nelle vostre
case nei vostri negozi,
nei vostri giorni pieni di lavoro
e nei giorni dei nonni coi bambini
nel parco, delle domeniche al lago.
Dei vostri pranzi e delle
vostre cene con i sapori e i profumi
sentiti insieme. Dei vostri letti
morbidi, poveri e ricchi, dei giri
in bicicletta e a piedi nella neve
e di sera quando già fa freddo
e bisogna chiudersi i cappotti.
Io vi vedo e mi mancherete,
quando sarò lontano.

(e-mail 19-09-07)

Stampa  Pubblicato : Venerdì, 19 Marzo 2010 - 20:47
 Ultima modifica : Sabato, 20 Marzo 2010 - 17:40
 Pagina letta 497 volte

Box Contatti
• Web-Mail
Catalogo Tosca Edizioni

Menu sito
  ► home ::
  ► chi siamo ::
  ► novità ::
  ► autori ::
  ► agenda eventi ::
  ► leggiamo e commentiamo ::
  ► scarica audio ::
  ► scarica video ::
  ► scarica testi ::
  ► 2+1 nessuno, centomila
  ► gallerie immagini ::
  ► link ::
  ► contattaci ::
Radio Tosca ::

Tosca Edizioni pubblicazioni
Cerca nel sito
Info Sito
Utenti online: 6
Visite al sito: 35831
Visite odierne: 472
Record online: 143
(il 5/07/2021 - 18:51)
Traduzione Sito
Translate to English Translate to French Translate to German Translate into Dutch Translate to Swedish Translate to Japanese
Translate in Polish Translate to Danish Translate to Czech Translate to Portuguese Translate to Spanish Translate to Turkish
Up New-CMS 2.1 Valid CSS Valid html 5 GNU General Public License Up